sélection

The Ghosts Are Returning

GROUP50:50

Multilingue/soprattitolato // Discussione con la compagnia

sab 03.06. — 20:00 — EQUILIBRE

durata 120'

A volte si deve lasciare la Svizzera per capire che cos’è la Svizzera. E cosa non è. Per esempio non è coinvolta nello sfruttamento coloniale. 

Nel 1952, il medico svizzero Boris Adé trafugò sette cosiddetti «scheletri di pigmei» dal Congo e li portò a Ginevra. Insieme a un leopardo, li consegnò all’università di Ginevra, dove ancora oggi sono conservati. I nomi di coloro che sono custoditi in una cassa sono noti, e si sa anche da dove provengono: dall’attuale Provincia di Haut-Uele, nella Repubblica Democratica del Congo, che all’epoca dei fatti era ancora una colonia belga. 

L’ensemble del Group50:50, composto da artisti/e provenienti da Congo, Germania e Svizzera, si è recato nell’Haut-Uele per chiedere ai discendenti dei defunti, i cui corpi furono rapiti dalle proprie tombe, se desiderano riavere i loro antenati. Secondo la religione Mbuti, lo spirito di una persona ritorna con i suoi resti. Insieme ai discendenti, l’ensemble ha sviluppato un rituale musicale in cui si incontrano la traduzione europea della danza della morte e il lamento congolese per i defunti. Hanno realizzato interviste, anche sulla deforestazione della foresta pluviale e sullo sfruttamento neocolonialista della regione. 

Per quanto triste e difficile sia il tema della restituzione e per quanto i testi, le immagini e i film illustrino con sguardo critico processi che molti preferirebbero tenere nascosti, la serata teatrale in sé è sorprendentemente allegra, spesso persino divertente e conciliante: lascia il pubblico più desto che colpito. Ciò è dovuto alla grandiosa realizzazione musicale, ma anche agli spiritosi dialoghi cantati, plurilingue e interculturali. Qui nessuno si prende troppo sul serio e ciononostante il rispetto nei confronti dell’altro e della faccenda costituisce il perno di tutto il progetto. Un grande momento del teatro interculturale, collettivo e politico. 

E a proposito: nel frattempo l’università ha dato la sua approvazione per la restituzione degli scheletri. 

Julie Paucker 

 

 

  • Crediti

    Con
    Ruth Kemna (viola e performance), Christiana Tabaro (canto e performance), Huguette Tolinga (percussione), Kojack Kossakamwve (chitarra), Franck Moka (elettronica e performance), Merveil Mukadi (basso), Elia Rediger (canto e performance) 
    Regia
    Christiana Tabaro, Eva-Maria Bertschy, Michael Disanka, Elia Rediger 
    Composizione e direzione musicale
    Kojack Kossakamvwe, Elia Rediger 
    Testo
    Christiana Tabaro, Eva-Maria Bertschy, Michael Disanka, Patrick Mudekereza, Ruth Kemna, Elia Rediger 
    Drammaturgia e discorso
    Eva-Maria Bertschy, Patrick Mudekereza 
    Scenografia
    Elia Rediger, Christiana Tabaro, Michael Disanka, Janine Werthmann 
    Assistente regia
    Luca Maier 
    Video
    Joseph Kasau, Elia Rediger, Franck Moka, Moritz von Dungern 
    Video con
    Josée Agbepa, Jean de Dieu Bongama, Jean-Baptiste Ekaka, Mama Sese, Mukombozi, Anselm Ngobe, John Bayaese, Tristan Köster (violoncelle), William V. Murray (alto), Per Hakon Oftedal (trompette), Josefa Schmidt (piano électrique), Maxine Troglauer (trombone basse)

    Sono e Sounddesign
    Philipp Ruoff 
    Assistenza tecnica
    Anton Pelzer 
    Sono video di scena
    Daniel Freitag 
    Assistente ricerca
    Abbé Jean de Dieu Aybeka, Benjamin Imply Ababa, Julienne Nambinomutu Tatu, Jacques Anzakpangezo 
    Assistente editoriale
    Steffen Greiner 
    Direzione tecnica
    Sylvain Faye 
    Direzione produzione
    Pamina Dittmann, Véronique Poverello 
    Assistente produzione
    Maria Pelzer 
    Direttore artistico PODIUM Esslingen
    Joosten Ellée 
    Traduzione
    Souzy Boukanayo, Julien Couturier, Katia Flouest-Sell, Luca Maier, Julie Guigonis 
    Produzione
    The Ghosts Are Returning è un progetto congiunto di PODIUM Esslingen con GROUP50:50 e Centre d'Art Waza Lubumbashi - in coproduzione con CTM Festival Berlin, euro-scène Leipzig, Kaserne Basel e Vorarlberger Landestheater
    Sostegno
    Fonds TURN2 - Kulturstiftung des Bundes, Fachausschuss Tanz & Theater BS/BL, Fondation Pro Helvetia

    Ringraziamenti
    Chef Apibo Medjedje,Missy M.Bangala,Nina Burri,Prof.Donatien Dibwe dia Mwembu, Emilio Distretti, Mwazulu Diyabanza, Virginie Dupray, Katia Flouest-Sell, Joel Fonsegrieve, Simon Heinze, Prof.Eric Huysecom, Christophe Philippe Goumand, Chriss Kabongo Monga, Feza Kayungu Ramazani, Gerschom Kinkani, le directeur de l’Université de Lubumbashi Gilbert Kishiba Fitula, Vincent Littau, Olivier Maloba Banza Umba, Anne Mayor, Théodore Nganzi Ndoni, Prof. César Nkuku Khonde, Hannah Pfurtscheller, Ciraj Rassool, Katharina Reidy,Prof. Marc-André Rénold, Fabio Rossinelli, Annika Sautter, Bénédicte Savoy, Tobias Schütze, toute l’équipe de Studio Rizoma Palerme, Steven Walter, Isaac Yenga, Jean-Marie, Bertin, Roger.
    Si ringraziano anche le comunità di Bedegao, Bagoia e Akombi per l'ospitalità e il contributo al progetto.

    www.group5050.net

     

  • links

    Lorem ipsum dolor